Come realizzare un sistema di videosorveglianza efficiente?

In questo articolo vedremo qual è la differenza che c’è tra un Sistema di videosorveglianza con unità di Backup tramite Ups e una centrale di videosorveglianza Autoalimentata

Per iniziare: cos’è un Ups?

 

Sicuramente conosci già questo prodotto perché è largamente utilizzato su computer fissi; infatti l’Ups serve proprio per proteggere il computer da eventuali sbalzi di corrente, scariche elettriche e assenza di corrente. In quest’ultimo caso il dispositivo emette un suono acustico per permetterti, nel più breve tempo possibile, di salvare i propri dati prima che il computer si arresti improvvisamente.

Risulta intuitivo notare che l’Ups non è in grado di darti un autonomia di ore, bensì di minuti.




Se applicassimo questo dispositivo ad un Sistema di videosorveglianza avremmo sicuramente un’autonomia scarsa. Vorrei sottolineare che l’assorbimento che presenta un computer è sicuramente maggiore rispetto ad un sistema di videosorveglianza, quindi non avremo più un’autonomia di minuti ma forse, in base all’Ups, di un’ora.

Forse pensi, o ti è stato detto da un tecnico, che l’Ups dura molto di più di un’ora; ora prova a riflettere sui seguenti punti:

  1. Un Ups per alimentare un dispositivo elettrico deve prima convertire la corrente, quindi internamente presenta un Inverter. L’Inverter, per l’appunto, permette di “trasformare” la corrente della sua batteria, che è in corrente continua, in corrente alternata (che non è sempre corretta, dipende se l’onda è quadra o sinusoidale). Questo vuol dire che oltre al consumo del o dei dispositivi connessi, l’Ups presenta un consumo proprio.
  2. Nel caso di un sistema di videosorveglianza, nel momento in cui salta la corrente, l’Ups interviene. Ma chi fornisce l’alimentazione alle telecamere? Certo mio caro lettore, le telecamere vanno alimentate! E se usi un sistema con Ups significa che trasporti corrente non protetta all’interno dell’impianto! Visto che l’impianto di videosorveglianza rientra negli impianti di sicurezza, il maleintenzionato mette in corto i fili della telecamera e salta tutto.
  3. Se l’Ups ha dei problemi, come fai a saperlo? Dovrai controllarlo prima!
  4. L’utilizzo dell’Ups implica che nelle immediate prossimità delle telecamere si presentino degli alimentatori del tutto antiestetici e sopratutto manomissibili. Ok, il tecnico li mette in una scatola di derivazione, ma questa non è certo una soluzione!
  5. Nel punto in cui avrai il videoregistratore saranno presenti:
    1. i fili di alimentazione del videoregistratore
    2. i fili di alimentazione dell’Ups
    3. i fili che collegano l’Ups con il videoregistratore
    4. i fili del segnale video di ogni singola telecamera
    5. i fili di segnale video per vederlo sulla/sulle Tv
    6. il filo per il cavo Internet
    7. ……che casino!

Questi sono i punti più critici a cui si va in contro con un sistema di backup a Ups. Adesso vediamo quali sono le differenze con un sistema di videosorveglianza Autoalimentato.




Innanzitutto il sistema si presenta in un box, quindi avremo:

  1. Il videoregistratore protetto all’interno da una eventuale manomissione.
  2. Spazio apposito per batterie di backup (ci sono modelli che ne possono contenere più di quattro, triplicando l’autonomia di ore e non di un’ora).
  3. Possibilità di collegare il modem internamente, quindi in caso di assenza elettrica è possibile continuare a vedere le telecamere a distanza.
  4. L’alimentazione delle telecamere parte proprio dal box in bassa tensione ed è protetta per ogni singola telecamera, quindi addio alimentatori antiestetici e/o scatole di derivazione.
  5. Dato che l’alimentazione parte dal videoregistratore, in caso di assenza elettrica le telecamere continuano a riprendere!
  6. Uscita protetta per ogni telecamera e anche per il modem (l’Ups se la sogna!).
  7. C’è una scheda servizi, che può essere collegata all’impianto di antintrusione esistente e/o a un combinatore telefonico, che gestisce:
    1. la scarica della batteria
    2. la rottura dell’alimentatore
    3. la rottura del videoregistratore
    4. ….addio controlli prima di partire!
  8. Tutti i fili sono alloggiati all’interno e tutto risulta pulito e in ordine!

Questi sono solo alcuni vantaggi per chi ha un sistema del genere.

Di seguito trovi un’immagine illustrativa per i casi con e senza Ups:

Puoi visitare l’articolo dedicato a questo prodotto clicca qui, oppure, se vuoi richiedere un preventivo questa è la pagina prodotto

Hai bisogno di informazioni o vuoi chiederci un consiglio? Non esitare a contattarci!

 

Comments

comments

Informazioni sull'autore  ⁄ Staff Elettrosistemi

Ciao! Io sono Elettrosistemi S.r.l. e sono un distributore con 20 anni di storia alle spalle. Una storia costruita con la fiducia dei suoi clienti, esperienza, evoluzione e espansione. Sono presente in tutto il Lazio con tre Punti Vendita. Forniamo assistenza allarmi, assistenza videosorveglianza, assistenza citofonia, assistenza automazioni e tanto altro. Mi puoi trovare anche sui social: Facebook, Twitter e LinkedIn. In più, ho creato questo blog per aiutarti a rimanere al passo con il nostro mondo e trovare consigli utili. Grazie per avermi scelto. Un saluto da me e tutto lo Staff Elettrosistemi S.r.l.