Review Category : Categorie

Cos’è, quanto costa e come funziona un Nebbiogeno

Nel mercato esistono diverse soluzioni per proteggere la propria abitazione o il proprio negozio dai tentativi di furto: sistemi di sicurezza, di segnalazione o di allarme e sistemi di videosorveglianza. Oggi chi sceglie di installare questa tipologia di sistemi, lo può fare optando per diverse soluzioni. Si può partire dal classico sistema Fai da te, fino ad arrivare a contattare aziende specifiche del settore. Prendendo come riferimento la nostra idea di sistema di sicurezza, offriamo una soluzione in grado di generare un allarme prima di un tentativo di furto. Quindi, a tutti gli effetti, il sistema suonerà prima che il malintenzionato entri in casa. Se al malintenzionato non importa che il sistema suoni? Come puoi, concretamente, bloccare il furto? Il Nebbiogeno Effettivamente una fitta nebbia è l’unica soluzione per impedire il furto. In commercio esistono due soluzioni che generano nebbia: Nebbiogeno Fumogeno Il nostro focus è il Nebbiogeno, vedremo successivamente ...

Leggi tutto →

Programma per calcolare i tempi di registrazione di un DVR – NVR in un sistema di videosorveglianza

Ogni sistema di videosorveglianza, che sia IP o HD, è dotato di una unità di memorizzazione, l’Hard Disk. Molti sistemi sono in grado di gestire Hard Disk molto grandi o addirittura alloggiare ben due Hard Disk ma, è necessario avere un disco di memorizzazione così capiente? Secondo la normativa, la conservazione delle immagini deve essere limitata alle 24 ore successive alla rilevazione, fatte salve speciali esigenze di ulteriore conservazione ( Clicca qui per sapere cosa prevede la normativa), questo vale solo per le attività commerciali. Quindi gli installatori o gli utenti finali devono dimensionare lo spazio di archiviazione in base alla durata di tempo in cui il sistema deve mantenere il filmato in memoria oppure programmare il sistema affinché rispetti i tempi di registrazione. Come funziona la registrazione? Grazie a processori più potenti e alla normale evoluzione della tecnologia, la registrazione su questi sistemi ha fatto passi da gigante. Siamo ...

Leggi tutto →

Motion Detection: Come funziona?

Una delle funzionalità più interessanti nel mondo della videosorveglianza è la capacità di rilevare un movimento: questo è ciò che fa il Motion Detection. Esistono diverse tecnologie che svolgono questo compito, dalle più economiche alle più costose. Cosa è possibile fare con il Motion Detection? Impostando una sorta di area sensibile nell’inquadratura della telecamera è possibile rilevare un movimento ed essere avvertiti tramite un pop-up (se l’applicazione lo gestisce) o più comunemente da un email. Ci sono sistemi molto evoluti che sono in grado di controllare diverse situazioni, ad esempio: Che un oggetto non venga spostato da dove si trova Che non ci siano oggetti nell’area (abbandono di una borsa) Che in una certa area non entri o esca nessuno Che nessuno entri o esca da uno o più lati dell’area circoscritta …e tanto altro! Nei casi indicati non parliamo solo di Motion Detection ma anche di Videoanalisi con l’integrazione ...

Leggi tutto →

Telecamere che registrano con Micro SD: vantaggi, svantaggi e differenze

Come visto in altri articoli (Come realizzare un sistema di videosorveglianza efficiente) esiste una sorta di filosofia per progettare un sistema di videosorveglianza e con il tempo questa filosofia si è evoluta con lo scopo di migliorare l’elasticità e/o le performance del sistema (basti pensare al PoE o al POC). Negli ultimi tempi la richiesta da parte dei consumatori è stata quella di avere un sistema di videosorveglianza a costi contenuti e composto da una telecamera raggiungibile dal Cloud. La risposta a questa richiesta non si è fatta attendere, tanto che oggi sono sul mercato le telecamere che registrano tramite l’utilizzo di una Micro SD. Come funzionano? A prescindere dalla marca o dal modello, generalmente queste telecamere funzionano quasi tutte allo stesso modo. Trovata la posizione che si preferisce, la telecamera viene alimentata, connessa a internet e provvista della famosa Micro SD per la memorizzazione. La configurazione con il cloud ...

Leggi tutto →

ES-RSHUI: uno dei migliori Extender HDMI con funzione USB

HDMI è un’interfaccia audio/video presentata nel Dicembre del 2002 ed è ormai diventata una tecnologia predominante presente in ogni TV, Computer, Console e in tanti altri apparati. Questa formidabile interfaccia permette di trasportare dei segnali audio/video di alta qualità tra una sorgente e un ricevitore. Oggi avere il segnale HDMI su più dispositivi è sempre più importante: ad esempio molte persone hanno l’esigenza di portare il segnale HDMI di Sky su più televisori oppure di portare il segnale HDMI di un Sistema di videosorveglianza in più punti e di poterli comandare con il telecomando. Per risolvere questo problema sono stati creati gli Extender, ovvero dei dispositivi che estendono il segnale HDMI facendo uso di un cavo di rete Cat5e/Cat6. Le comunicazioni che avvengono con questo apparato possono essere 1 a 1 oppure 1 a molti (solitamente “molti” è limitato tra i 3 e i 5 ricevitori). Un esempio lo puoi ...

Leggi tutto →

FULLDOOR: contatto radio con funzioni complete!

Questa tipologia di protezione perimetrale è indicata per infissi apribili di tipo battente, porte blindate e non. Può sembrare un “classico” contatto magnetico radio ma in realtà presenta delle specifiche notevoli difficili da trovare in un unico sensore. Prima di tutto analizziamo qual è la sua funzione principale, ovvero, è un contatto magnetico che protegge l’apertura dell’infisso. In più il sensore presenta un sistema di antimascheramento magnetico che non è eludibile da un altro contatto magnetico come invece succede per un dispositivo da fai da te. Il sensore è in grado di rilevare: azioni di sfondamento e/o scassinamento e ovviamente il tutto può essere regolato in termini di sensibilità e impulsi su tempo gestione antirimozione, in modo da leggere l’eventuale distacco/manomissione 2 contatti ausiliari completamente personalizzabili: ove opportuno, il numero impulsi e integrazione impulsi Come usare i contatti ausiliari? Tutto dipende dal tipo di infisso che si va a considerare: ...

Leggi tutto →

BRAINY: centrale universale per qualsiasi tipo di automazione

Cosa si intende quando si dice che questa centrale va bene per “qualsiasi tipo di automazione“? Si intende che per esempio è in grado di automatizzare l’accensione di cinque pompe. Tale accensione avviene in sequenza e cioè si attiva la prima pompa e, dopo un tempo prestabilito, la seconda e così via. Ti lascio immaginare lo stupore di un esperto del settore nel sentire l’uso che è stato fatto della BRAINY. Questa signora centrale è stata progettata con le migliori attenzioni e può sostituire senza problemi le più comuni centraline vantando prestazioni che neanche quelle originali possiedono. Un vero e proprio “Scacco Matto” a tutto il resto. Scherzi a parte, oltre alle funzioni standard possiede: Gestione dei fine corsa per singolo motore, quindi può gestire anche due motori scorrevoli Ingresso encoder per singolo motore Regolazioni distinte per singolo motore: forza, tempo e sfasamento Mantenimento in pressione per motori oleodinamici Ricevente ...

Leggi tutto →

ES-ALTB2: alimentatore con batteria tampone ideale per telecamere e non solo

In ogni situazione esiste un qualcosa che ci sembra insignificante, piccolo ma che in realtà svolge un importante lavoro e senza di esso nulla funziona. Pensa al mignolino del piede: non so a che serve ma di sicuro quando lo sbatti fa un gran male 😂 Nei sistemi di videosorveglianza un componente spesso trascurato è sicuramente l’alimentatore. In una “classica” installazione le telecamere non sono tenute sotto backup e quindi in assenza di corrente non vedi nulla. Anche in un sistema dove le telecamere vengono alimentate da una centrale di videosorveglianza, potresti incontrare il problema di non poter mettere il modem sotto backup (quindi in caso di emergenza non puoi controllare le telecamere a distanza). A questo punto sei costretto ad aggiungere un UPS solo per il modem avendo problemi come: costi più elevati ingombro maggiore anti estetico La soluzione migliore è sicuramente l’uso di un alimentatore con batteria tampone integrata ...

Leggi tutto →

HEADY: centrale universale per cancelli a battente

Finalmente una centrale in grado di gestire tutti i tipi di motori elettromeccanici. Hai capito bene! Non è importante che tu abbia dei motori CAME, NICE, BFT, FAAC, VDS, TELCOMA o altri marchi, questa centrale sarà in grado di gestirli 😉 Perché sceglierla rispetto l’originale? Le risposte sono due: costo e le svariate funzioni. Inoltre la HEADY, oltre ad avere le funzioni standard delle comuni centraline, possiede: Regolazioni distinte per singolo motore: forza, tempo e sfasamento Ricevente radio a due canali a bordo, programmabile come: Codice Fisso, Rolling Code o ARC (Advanced rolling Code) Uscita relè a contatto libero per il secondo canale Funzione avanzata dei rallentamenti Fotocellule programmabili in chiusura e apertura Display a bordo Gestione anta pedonale Uscita a contatto libero programmabile per serratura elettrica Luce di cortesia Eventuale gestione del colpo d’ariete Funzione “Foto-test” per controllo di efficienza delle fotocellule prima di ogni manovra Possibilità di inserire una ...

Leggi tutto →

SENTINEL: sensore volumetrico universale, digitale, radio o seriale da esterno tripla tecnologia 15m Antimascheramento

Specifica per istallazioni esterne, è una protezione volumetrica che permette di controllare i tentativi di avvicinamento e movimento. È la protezione di preallarme, attivabile in qualsiasi momento, anche quando si è all’interno dell’area da proteggere. Il sensore in questione è un tripla tecnologia  costituito da un rivelatore a microonda e due infrarossi passivi, la combinazione delle tre tecnologie lo rende una delle protezioni migliori da esterno. Il sensore è in grado di gestire quattro logiche di funzionamento: AND: le tre tecnologie contemporaneamente o quasi rilevano un movimento, così da renderlo immune ai falsi allarmi. In caso di ripetuti allarmi della sola microonda, il rivelatore si porta comunque in allarme perché considera accecati i sensori infrarossi. AND standard: il rivelatore si porta in allarme solo in conseguenza dello stato di allarme di entrambi i sensori infrarossi e del sensore a microonde OR: il rivelatore si porta in allarme in caso di raggiungimento della soglia di ...

Leggi tutto →