Novità normativa cavi – AICE

Secondo l’Istat, nel solo ambito domestico, ogni anno in Italia si verificano circa 4 milioni di incidenti, di cui 241 mila imputabili a cause elettriche. I cavi elettrici sono raramente la causa di un incendio, ma quando vi sono coinvolti possono costituire un elemento di grave pericolo in ragione della loro elevata quantità e della loro diffusione in tutti gli ambienti dell’edificio. La Commissione Europea ha deciso di considerare per i cavi la: Reazione al Fuoco e la Resistenza al Fuoco, riconoscendo l’importanza del loro comportamento al fuoco ed il loro ruolo in caso di incendio. Anche il rilascio di sostanze nocive è tra le prestazioni ritenute rilevanti per i cavi (anche se al momento non sono stati stabiliti livelli minimi di prestazioni in quanto i cavi nel loro normale utilizzo non rilasciano sostanze nocive). I cavi sono classificati in 7 classi di Reazione al Fuoco: Aca, B1ca, B2ca, Cca, ...

Leggi tutto →

Manutenzione motori interrati

In un precedente articolo abbiamo visto quali possono essere i vantaggi e gli svantaggi di un motore interrato e un motore a pistone (link). Senza ombra di dubbio il motore interrato: risulta esteticamente più bello favorisce un’apertura lineare ottimizza le manovre di sblocco anche all’esterno non si richiedono modifiche strutturali alla colonna Per una questione di funzionamento il motore interrato è decisamente più performante rispetto al pistone. Se invece si guarda l’aspetto della manutenzione e della installazione, richiede delle attenzioni in più, fondamentali per un automatismo longevo. Drenaggio liquidi Il motore interrato, trovandosi a terra, è soggetto ad un ambiente ben più critico, basti pensare alla pioggia. Se la cassa del motore non è idonea, si rischia che il motore venga sommerso. Non che il motore non sia in grado di lavorare ma rispetto al normale si deve “sforzare” di più. Per evitare questa immersione, nella cassa sarà presente un ...

Leggi tutto →